Close filters

Guru

Tipo di contenuto

Loading...

Ricerca in corso

Post

La nuova Bauhaus europea secondo von der Leyen

«Una nuova Bauhaus europea, uno spazio di co-creazione in cui architetti, artisti, studenti, ingegneri e designer potranno lavorare insieme». Per la Presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyenl’integrazione tra arte, tecnologia e industrie è una risorsa essenziale per il futuro dell’Europa.
Nella Bauhaus, professionisti con competenze ed interessi diversi collaboravano scambiando saperi, pratiche e metodologie per stimolare il rapporto dell’architettura e del design con il sistema produttivo d’inizio Novecento. Oggi questa fertilizzazione reciproca può e deve realizzarsi grazie all’uso creativo delle tecnologie digitali.

È ciò che fa MEET promuovendo la collaborazione fra imprese e creatività digitale. Lo ha fatto nel 2019 e nel 2020 in qualità di Regional S+T+ARTS Center, l’iniziativa voluta dalla Commissione Europea per supportare la collaborazione fra scienza, tecnologia e arti diverse.  

Per il progetto S+T+ARTS, MEET ha una serie di attività molto ampia, a partire dal Cross Fertilization Lab realizzato in collaborazione con Assolombarda con l’obiettivo di generare innovazione integrando competenze e linguaggi dei giovani creativi digitali con la ricerca di imprese attive sul territorio lombardo quali Artemide, SKY, Sapio Group, Tarpini Production e MyChicJungle collaborando in fase ideativa, durante la prototipazione e l’effettiva produzione.

Attraverso i Meet the Media Guru con William Myers abbiamo disseminato case history e traiettorie di ricerca internazionali sul tema della relazione fra design, arte e scienze naturali. Il lavoro di MEET per S+T+ARTS è culminato con il Simposio Industries MEET Creativity  cui hanno partecipato artisti del calibro di Daan Roosegaarde, Anouk Wipprecht e Koen Vanmechelen, insieme a curatori, ricercatori, imprenditori da tutta Europa che si sono confrontati sulle tendenze emergenti.
 
La co-creazione fra «architetti, artisti, studenti, ingegneri e designer potranno lavorare insieme», per usare la parole di von der Leyen, è da sempre fra gli asset di MEET. Nel corso del 2021, il centro svilupperà progetti, eventi ed attività di cross-pollination tra imprese di industries diverse e chi pratichi i linguaggi espressivi del digitale. Residenze d’artista in azienda, percorsi di avvicinamento alla digital creativity rivolti a professionisti e associazioni e open call rivolte agli artisti – che in molti definiscono i ricercatori del 21mo secolo- sono opportunità preziose per accogliere l’incertezza del tempo che viviamo.
Le sfide sociali, tecnologiche ed economiche che abbiamo davanti richiedono azioni, pratiche e soluzioni inedite, persino coraggiose.  Mettendo in relazioni punti di vista e settori apparentemente lontani, si genera innovazione come accade in natura, quando si ibridino due specie diverse, ma complementari.  
 
In apertura: Flickr | Lera
close-link
close-link