Close filters

Tipo di contenuto

Loading...

Ricerca in corso

Post

Best of 2018. I secondi sei mesi di MEET

Dicembre vuol dire bilancio di fine anno. Così, prima di accogliere a braccia aperte il 2019,  proviamo a riavvolgere il filo dell’anno appena trascorso. Se i primi sei mesi del 2018 hanno significato grandi cambiamenti – uno su tutti: Meet the Media Guru è diventato MEET, centro internazionale per la cultura digitale (le altre novità si leggono qui) anche la seconda parte dell’anno non è stata da meno.
Da settembre ad oggi non sono mancati gli appuntamenti con gli ospiti internazionali a cui si sono sommate proposte diverse, su tutte la mostra Pixar a Roma, che regala un antipasto delle proposte espositive del MEET nel 2019. Proviamo a riassumere tutto qui sotto:

  • 18 luglio

Daito Manabe è uno dei più apprezzati media artist della scena mondiale, recentemente incaricato dal Giappone di realizzare il video di lancio delle Olimpiadi di Tokyo del 2020. A Meet the Media Guru ha presentato un affascinante dietro le quinte dei suoi progetti che mixano interactive design, coding, visual arts, sound design e ogni altra ibridazione digitale possibile con l’obiettivo di superare i confini fra arte e tecnologia. Rivedi l’intervento di Daito Manabe a BASE.

  • 28 settembre

Il Futurist-in-Chief di Dubai Future Foundation Noah Raford è il sesto ospite di Meet the Media Guru nel 2018. Nella splendida Sala delle Cariatidi di Palazzo Reale Raford, ci ha raccontato cosa significa progettare e dirigere un museo del futuro, coniugando ricerca sulle tendenze emergenti ed approccio divulgativo. Raford incarna una visione di spazi culturali vicini ai bisogni delle comunità in cui viviamo. La sua lecture è stata l’occasione per riflettere sull’idea di design quale strumento per progettare il domani per come lo vogliamo. Rivedi l’intervento di Noah Raford.

  • 9 ottobre

È il giorno dell’opening della mostra Pixar. 30 anni di animazione al Palazzo delle Esposizioni di Roma. Realizzata in collaborazione con MEET | Fondazione Cariplo e Curata dal nostro presidente Maria Grazia Mattei. L’allestimento è composto da oltre 400 opere tra bozzetti, installazioni interattive e sculture che racconta la factory d’animazione californiana come una bottega digitale di stampo rinascimentale per la capacità di far dialogare saperi diversi.  La mostra è visitabile fino al 20 gennaio 2019. Sfoglia la gallery della mostra con gli scatti più belli.

  • 19 ottobre

Nell’ambito della Settimana della Lingua Italiana nel mondo, il Consolato Generale d’Italia a Miami ha promosso l’incontro When I.T. makes the difference. Italian and New Technologies. Fra le best practice della “via italiana al digitale” c’era anche MEET. La nostra case history è stata raccontata da Luigi Ferrara, Preside della School of Design di George Brown College di Toronto, partner internazionale del centro.

  • 22 novembre

Linda Vlassenrood collabora con Het Nieuwe Instituut di Rotterdam in qualità di curatrice indipendente. È stata nostra ospite a Milano per il primo incontro del ciclo MEET Citizen Data Lab focalizzato sul tema Big Data e Smart Citizenship. A partire dal progetto biennale DATAstudio, realizzato insieme al comune di Eindhoven di cui è stata project manager, Vlassenrood ha chiarito l’importanza di accrescere la consapevolezza dei cittadini sulla raccolta e l’utilizzo delle informazioni di cui entrano in possesso le istituzioni pubbliche.

  • 12 dicembre

Un’occasione speciale per farsi gli auguri di Natale: la presentazione del primo libro di Alessandro Boscarino, il nostro art director. Con Paolo Iabichino, Boscarino ha riprogettato la brand identity di Meet the Media Guru – per saperne di più, c’è questo post –  ed attualmente è al lavoro su quella del MEET. Nel (poco) tempo libero rimasto ha ideato e realizzato un’opera specialissima, K2 Storia della montagna impossibile, un volume alto 70 cm e lungo 14 metri che definire libro è quasi riduttivo. MEET ha “adottato” questo progetto perché coniuga illustrazione, storytelling e fotografia usando il digitale come tavolozza per ottenere un risultato perfettamente analogico.

  • to be continued…

Ora ci aspetta un 2019 pieno di progetti, incontri ed esplorazioni della cultura digitale, in primis l’apertura della sede fisica di MEET all’ex Spazio Oberdan di Porta Venezia, nel cuore di Milano. Per restare aggiornati, è possibile iscriversi alla newsletter qui (basta inserire il proprio indirizzo mail nel box a fondo pagina). E nell’attesa ricordiamo che su questo sito sono disponibili le video-lecture dei nostri guru dal 2005 ad oggi.

close-link
close-link