Close filters

Guru

Tipo di contenuto

Loading...

Ricerca in corso

Post

Jaron Lanier: VR e comunicazione post-simbolica

È il 2006 quando Jaron Lanier ospite di Meet the Media Guru tratteggia l’idea di «un tipo di conversazione nuova e bella» abilitata dalla realtà virtuale. Si tratta della cosiddetta comunicazione post-simbolica nella quale le parole vengono sostituite da esperienze o almeno da loro visualizzazioni condivise e co-create insieme ad altre persone.

Guarda il video di Jaron Lanier a Meet the Media Guru.

Tecnologo, musicista, saggista (e critico dei social media cui ha dedicato dei pamphlet veementi). Lanier è fra i più noto teorico della VR quale risorsa e forma espressiva. Per Lanier, la VR è un’arena dove incontrare altre persone alla ricerca di un territorio comune di scambio. Il suo è un inquadramento molto lontano dalla vulgata odierna che appiattisce la realtà virtuale ad uno strumento d’intrattenimento o di gioco.

Nel solco di percorso indicato da Lanier molti anni fa nel corso di quella serata Meet the Media Guru, MEET ha progettato la rassegna In real, in web, in world dedicata all’esplorazione dei mondi immersivi.

Nel mese di marzo il programma sarà focalizzato sulla relazione fra Digital Arts e VR e si declinerà nella mostra virtuale Synthetic Corpo Reality, nei seminari a cura di Julie Walsh, esperta statunitense d’arte immersiva e di Ariella Vidach, coreografa e co-founder della compagnia di danza contemporanea Ariella Vidach-AiEP. Qui il programma completo e il link per iscriversi.

Il track 1 di In real, in web, in world culmina il 31 marzo con la lecture virtuale di Jeffrey Shaw, pioniere dell’arte interattiva e sperimentatore del VR in ambito artistico.

close-link
close-link