Close filters

Guru

Tipo di contenuto

Loading...

Ricerca in corso

Post

Le Radici del Nuovo | l’Archivio MEET

La storia dell’arte e della cultura digitale è un passato lontano e vicino che può raccontarci qualcosa sul nostro futuro. Le Radici del Nuovo nasce da questa premessa: è un progetto, un primo racconto anche sonoro che, attraverso la raccolta di manifesti, oggetti e video di mostre, rassegne e appuntamenti chiave della scena italiana e internazionale provenienti dall’Archivio MEET, ripercorre le tappe fondamentali dell’evoluzione creativa digitale.

Giovedì 4 novembre abbiamo inaugurato insieme a voi questo archivio in progress.

Visitando ed esplorando i tre piani di MEET sarà possibile, guardando video, oggetti e manifesti ed ascoltando i podcast, scoprire  protagonisti, movimenti artistici, eventi pubblici che rappresentano alcune tappe fondamentali della ricerca e sperimentazione espressiva delle tecnologie digitali a livello locale e internazionale. Si tratta di un primo nucleo, non esaustivo di tutto quello che si è svolto in questi ultimi quarant’anni, e lo vogliamo arricchire!

Call to action: porta il tuo contributo!

Fino a febbraio 2022

Fino a metà febbraio 2022 raccoglieremo i vostri contributi.

Portate a MEET un manifesto, un documento o un oggetto iconico dell’arte e della cultura digitale che sia importante per voi e insieme amplieremo la nostra ricerca e metteremo in mostra anche la vostra percezione dell’arte e della cultura digitale!

Partecipare è semplice, chiamaci a questo numero 02 36769011 oppure scrivi una mail a Alessia Bimonte (alessia.bimonte@meetcenter.it).

Cosa c’è nell’Archivio in mostra Le Radici del Nuovo?

Manifesti, video e oggetti raccontano i pionieri della Computer Art degli anni ’60 e le avanguardie italiane che nella prima metà degli anni ’80 hanno portato il loro contributo anche all’estero a cominciare dalla prima grande mostra su questa tematica inaugurata in Italia nel 1984 a Pavia, Arte e Nuove Tecnologie. In questo percorso, ampio spazio è dedicato ai manifesti del Siggraph, la storica conferenza annuale di grafica computerizzata nata nel lontano 1974 in Nord America, ma avremo modo anche di scoprire iniziative importanti come Oltre il villaggio globale, la mostra del 1995 tenutasi alla Triennale di Milano per “valutare l’incidenza delle nuove tecnologie sulla vita culturale”. Il viaggio prosegue fra i documenti delle personali di pionieri come Yoichiro Kawaguchi e Studio Azzurro, all’evoluzione del cinema digitale con i manifesti della mostra Pixar del 2011 a Milano, del Virtual Set allestito alla Biennale di Venezia nel 1996 e della serata Meet the Media Guru con Francis Ford Coppola nel 2015.

L’archivio Le Radici del Nuovo racconta anche il rapporto della tecnologia digitale con il teatro, la storia della realtà virtuale, la stagione degli effetti speciali, o dell’arte digitale nella cultura orientale mentre una piccola raccolta di oggetti iconici scandiscono il tempo dell’evoluzione digitale nella nostra società come il famoso Dataglove di Jaron Lanier del 1989 che permetteva di interagire nei mondi virtuali dei videogiochi e il Tamagotchi, animaletto da accudire basato sull’intelligenza artificiale che portava allo sviluppo di una relazione affettiva con la tecnologia.

close-link
close-link