Close filters

Tipo di contenuto

Loading...

Ricerca in corso

Evento

I quattro stati dell’acqua nella società 4.0

 

Le grandi questioni globali del cambiamento climatico e dell’impatto dell’attività industriale dell’uomo sull’ambiente, impongono riflessioni sempre più profonde sul nostro modo di pensare e sul nostro modello economico. Uno dei temi strutturalmente correlati alle strategie di sostenibilità ambientale e di innovazione formativa e di marketing riguarda “l’acqua e la sua funzionalità biologica”, il cui ciclo, tra vapore, liquido e ghiaccio, è stato alterato dall’inquinamento.

Con una conferenza che si svolgerà venerdì 22 ottobre negli spazi della Fondazione AEM del Gruppo A2A (piazza Po 3), The Map Report, il nuovo magazine sull’Innovazione e la Responsabilità Sociale edito da Media Trade Company, ed Egocreanet, il network universitario per l’Espansione Globale degli Osservatori sulla Creatività, nato in seno all’Università di Firenze, offriranno inedite chiavi di riflessione sull’acqua e sulle sue interazioni con l’universo, con l’uomo e con le sue attività economiche.

La conferenza, preceduta dalla presentazione di The Map Report da parte del direttore Milo Goj, vedrà la partecipazione straordinaria del Professor Gerald H. Pollack, il bio-ingegnere della University of Washington di Seattle a cui si deve la scoperta di un “quarto stato dell’acqua”.

Insieme a un team di ricercatori, Pollack ha individuato uno stato di aggregazione delle molecole – diverso da quello solido, liquido e aeriforme – le cui caratteristiche capovolgono il più comune concetto dell’acqua. In prossimità di superfici idrofile, presenti in tutto il nostro corpo, esiste uno strato d’acqua purissima, spessa circa un quarto di millimetro, che è stata denominata “Exclusion Zone” (EZ) e che presenta caratteristiche completamente nuove, come la differente resistenza elettrica, la viscosità più elevata, quasi gelatinosa, la variazione del valore pH e un’evidente carica negativa. Sulla base di questa scoperta, Pollack ha potuto dimostrare che l’acqua in EZ ha la capacità di accumulare energia e che il suo potenziale elettrico è talmente alto da poter essere addirittura sfruttato. I meccanismi che regolano questo fenomeno naturale e le molteplici applicazioni e implicazioni di questa scoperta saranno al centro dell’intervento del Professor Pollack in apertura della conferenza che sarà coordinata dal giornalista Massimo Lucidi, ideatore tra l’altro del periodico incontro #innovationday a Milano.

A seguire, interverrà Paolo Manzelli, Professore Ordinario di Chimica Fisica all’Università di Firenze e Fondatore e Presidente dell’Associazione telematica culturale e scientifica EGO-CreaNet, i cui studi sull’Acqua e la Vita aprono nuove e interessanti prospettive sul fronte dell’Economia Circolare, la cosiddetta Green Economy.
Fabio Massimo Sprio, Partner and General Manager di Tronchetto Research – Research Center for Agroforestry and New Technologies, approfondirà invece i temi dello sviluppo economico e sociale ecosostenibile sottolineando il ruolo cruciale di ricerca e innovazione. Chiuderà la conferenza Davide Spitale, Responsabile Innovazione Ricerca e Sviluppo Media Trade Company e Kit Lean Technologies, con una serie di domande e riflessioni attorno all’influenza dell’acqua sulle persone, per scoprire come uomo e donna reagiscono e dialogano con il sistema energetico acqueo in maniera diversa. E perché sia auspicabile che la donna possa avere un ruolo sempre più prominente nel processo di rigenerazione del tessuto imprenditoriale italiano.

close-link
close-link