Close filters

Guru

Tipo di contenuto

Loading...

Ricerca in corso

Evento

COMING SOON | Andrea Bonaceto al MEET

Vieni all'opening!

Scandito da versi tratti dalle poesie dell’artista, il percorso espositivo – che animerà MEET nei due mesi di dicembre e gennaio – comprende nuclei tematici di opere che mettono in evidenza alcune tappe fondamentali del lavoro di Andrea Bonaceto e culmina nella Sala Immersiva con AB INFINITE 1, un’opera Immersiva e interattiva alimentata dall’Intelligenza Artificiale.

Il percorso – curato da Luisa Ausenda – inizia all’interno della Gallery 1, dedicata ai ritratti realizzati dall’artista e a quelli nati dalla collaborazione con Sophia the Robot, robot umanoide creato da Hanson Robotics. Accanto, è esibita una selezione delle opere fisiche dell’artista fra cui quelle che omaggiano personaggi importanti per l’artista come Eugenio Montale e Leonard Cohen. Successivamente sono proiettati i ritratti digitali di personaggi della cultura pop come Elon Musk, George Floyd, la Regina Elisabetta II, oltreché amici e parenti dell’artista. Con lo stesso stile dei ritratti digitali, Bonaceto ha realizzato scene di vita vissuta: una di queste rappresenta il cantautore Cohen e un gruppo di amici che suonano la chitarra sull’isola greca di Hydra.

Sullo schermo Oled, si trovano anche i ritratti degli astronauti che Bonaceto ha inserito nella prima pagina del Corriere della Sera da lui interpretata artisticamente: Buzz Aldrin, Michael Collins e Neil Armstrong.

Nella seconda Gallery, vi attendono le Visioni Digitali. Alcune di queste opere accostano soggetti figurativi a forme astratte in una sorta di fregio continuo, altre spiccano per il loro forte potenziale narrativo grazie all’impiego di sfondi colorati. Sul secondo schermo Oled, prima di arrivare all’interno della Gallery 3, è esposto il lavoro commissionato all’artista dal Corriere della Sera. Bonaceto ha infatti interpretato una pagina del quotidiano del 1969, nello specifico quella in cui si annunciava che “L’uomo è sulla Luna”. Ne esistono due versioni: in quanto arte programmabile, l’NFT dell’opera cambierà quando Andrea Bonaceto andrà sulla Luna. Nella terza ed ultima gallery, sono proiettate le due poesie a cui l’artista ha dedicato opere visive create con NFT sulla piattaforma Nifty Gateway.

Il percorso espositivo culmina nella Sala Immersiva dove vi attende AB INFINITE 1, un racconto vivo aperto a diverse interpretazioni. Come in una sorta di composizione musiva coloratissima, combina immagini figurative con forme astratte. Rappresenta la storia dell’artista ritraendo sia vicissitudini sia pietre miliari della sua vita. I genitori di Bonaceto sono ritratti seduti intorno al tavolo con l’artista, ciascuno con la sua tovaglietta nella loro casa toscana. Ci sono anche i suoi nipoti, la sua compagna e alcuni dei momenti salienti della sua carriera come quando ha iniziato a suonare la chitarra per le strade di Londra grazie a una licenza di musicista di strada. Si distinguono anche mostri, un cimitero racchiuso in una cornice fetish, la Morte e altre presenze ultraterrene.

Attraverso un meccanismo di intelligenza artificiale creato per questo progetto il pubblico su Instagram e Twitter può contribuire a modificare AB INFINITE 1 utilizzando l’hashtag #abinfinite1. Le immagini che utilizzano questo hashtag vengono processate con la tecnologia AI e incorporate nel vocabolario visivo dell’opera. Attraverso lo stesso processo, i testi pubblicati con questo hashtag diventano parte di una poesia in evoluzione all’interno dell’opera. Il generatore di immagini AI progettato dall’artista utilizza PyTorch, OpenAI, VQGAN e DeepAI per produrre risposte visive alle immagini caricate dal pubblico sui social media. Il nuovo programma è stato “educato” utilizzando una serie di opere preesistenti dell’artista, immagini senza royalty e una tavolozza di colori prelevata direttamente da AB INFINITE 1.

Il titolo dell’opera riecheggia l’ideale dell’artista di generare un ciclo che va “ab” (dal latino da) l’infinito all’origine, simboleggiata dal numero 1. In altre parole, va da sé a tutti e viceversa!

***

Opening: martedì 6 dicembre, ore 18.30

Ingresso libero, previa registrazione.

close-link
close-link