Close filters

Guru

Tipo di contenuto

Loading...

Searching...

Evento

The New Atlas of Digital Art | Immersive Realities

Registrati

MEET Digital Culture Center, per il quinto anno consecutivo, presenta una riflessione di portata internazionale volta a promuovere e indagare gli scenari della creatività digitale, mettendo in luce il potenziale delle sperimentazioni creative immersive come possibile driver di innovazione culturale, sociale, economica.

Attraverso una serie di testimonianze di istituzioni e attori europei, The New Atlas of Digital Art offrirà una panoramica degli sviluppi delle esperienze immersive nella creazione di uno spazio esteso di interazione ed esplorazione collettiva, con nuove possibilità percettive che inglobano tutti i sensi, estendendoli. Tecnologie e linguaggi digitali aprono oggi scenari di multipresenza in spazi e luoghi creati artificialmente, che riproducono situazioni e possibilità di interazione propri del mondo reale, che possono essere tuttavia estesi, aumentati, interconnessi, creando così nuove possibilità espressive, oltre che di interazione, comunicazione, apprendimento e intrattenimento.

Come le realtà parallele create dal digitale possono convivere con le realtà in essere? Oltre le frontiere della Realtà Virtuale, proveremo ad immergerci in un’immersività sempre più diffusa e pervasiva, che crea commistioni sottili tra reale e virtuale: dall’Augmented Reality all’Extended Reality e Mixed Rality, incluse le potenzialità creative dell’Intelligenza Artificiale.

L’Atlas aprirà una serie di riflessioni per inquadrare il tema da tutte le sue sfaccettature e condividere con esperti, professionisti e con il pubblico, opportunità e futuri possibili.

La mappa disegnerà confini e frontiere delle esperienze immersive, i linguaggi e le correnti espressive che stanno disegnando nuovi modi per fare cultura, i luoghi e i protagonisti dell’immersività, i format e le modalità di coinvolgimento del pubblico.

Le coordinate che orienteranno l’esplorazione: nuovi paradigmi e format, produzione, mercato e distribuzione, curatela, nuove professioni, scenari futuri AI based, la scena italiana. Installazioni ed experiences animeranno il MEET durante i due giorni dell’ATLAS per offrire al pubblico la possibilità di sperimentare e immergersi nelle realtà immersive.

L’INGRESSO È LIBERO, PREVIA REGISTRAZIONE

Il programma

20 giugno

9.30 – 10.00: Apertura e saluti istituzionali

10.00 – 11.00: Scenari, linguaggi, traiettorie

L’Atlas parte da una panoramica sull’immersività attraverso le voci dei protagonisti della scena Europea, per aprire riflessioni sui diversi scenari e sulle nuove tracce di cambiamento culturale. Partendo dallo stato dell’arte, andremo a delineare le coordinate che guideranno l’esplorazione successiva: teorie, tecnologie, linguaggi, contenuti, mercato.

Offriranno il loro contributo, tra gli altri, Chris Salter – Director and Professor, Immersive Arts Space, Zurich University of the Arts, Laetitia Bochud – Direttrice XR4 Europe.

11.00 – 11.15: INTERMEZZO ARTISTICO


11.15 – 12.30: SESSIONE 1 – Verso un’immersività diffusa

L’immersività dilaga in varie direzioni: dai luoghi classici della cultura, musei, biblioteche, cinema, ai luoghi di nuova concezione dedicati alle immersive experiences. Nuove tecnologie e linguaggi offrono la possibilità di re immaginare gli spazi, e sperimentare nuove modalità di coinvolgimento del pubblico, dove l’immersività trova vita e dà vita a nuovi paradigmi comunicativi e di apprendimento. Nasce così il bisogno di produzione di contenuti originali, conseguentemente si aprono nuove opportunità di mercato e la richiesta di nuove professioni e competenze, a partire dalla curatela.

Tra gli altri ospiti avremo il Grand Palais Immersif, Realities in Transition, Studio Migliore + Servetto, la curatrice Julie Walsh e molti altri, tra musei, industrie creative e culturali, esperti di experience economy, distribuzione, formazione.

12.30 – 13.00: Meet up, presentazione di studi e creativi italiani

14.45 – 15.00: INTERMEZZO ARTISTICO


15.00 – 16.30: SESSIONE 2 – Immersive user experience

Il mondo dei creativi sta immaginando immersive realities sempre più polisensoriali, partecipative, totali. Attraverso lo sguardo di ricercatori, artisti, curatori, verranno esplorate le nuove frontiere dell’XR: dalle esperienze individuali a quelle collettive, dagli spazi fisici al metaverso. Nuove possibilità di interattività e interconnessione tra fisico e virtuale, aprono sorprendenti scenari espressivi e di storytelling, dove i creativi digitali si misurano con narrazioni multisensoriali e il design di inedite user experiences.

Tra gli altri ospiti avremo XR Hub Bavaria, Biennale NFT, Espronceda, il Bright Festival e molti altri: esperti di storytelling immersivo, tech designer, artisti digitali.

16.30 – 17.00: Meet up, presentazione di studi e creativi italiani

19.00: Meet the Media Guru con Jean Michel Jarre

Jean-Michel Jarre è sempre stato un futurista nel suo campo. Nel corso della sua illustre carriera, il compositore, esecutore, produttore e ambasciatore culturale ha continuato ad aprire nuovi orizzonti con la sua musica e la sua maestria nell’innovazione creativa. Dal suo ruolo pionieristico nella musica elettronica, all’uso della tecnologia e della produzione audio multicanale, fino alle sue recenti esplorazioni nei regni della performance VR e del metaverso, la tecnologia è all’avanguardia in tutto ciò che fa.

Per partecipare a #meetjarre segui questo link


21 giugno

9.30 – 11.00: SESSIONE 3 – Inspiring session e scenari futuri

Verso l’opera totale, attraverso le possibilità di uno storytelling immersivo, collettivo e interattivo mediato dall’uso delle AI, per un’immersività diffusa real-time. L’ultima sessione darà la possibilità di esplorare da vicino il dietro le quinte delle nuove produzioni immersive raccontate dai loro protagonisti: registi, new tech designer, creativi digitali, curatori. Una carrellata di casi di successo dalla prospettiva del making of offrirà così una vista sulle opportunità creative ed espressive che possano ispirare artisti, digital designer, produttori, curatori.

Tra i vari artisti e creativi digitali, daremo la parola ai protagonisti della produzione/caso di successo mondiale NOIRE (Emanuela Righi e il regista Stéphane Foenkinos), agli artisti Marc Da Costa (Onassis Onx), Jérémy Griffaud (The Garden).

11.00 – 11.30: Meet up, presentazione di studi e creativi italiani
11.30 – 11.45: Intermezzo artistico con S+T+ARTS: Stanza; Studio Above and Below
11.45 – 12.30: The New Atlas: la mappa. Discussione e chiusura

18.30-20.00: per la rassegna MEET the NATURE, si terrà la presentazione di ATMOSPHERIC FOREST dell’artista lettone Rasa Smite. Un’installazione VR che visualizza e traduce in suoni le relazioni tra piante e clima, rivelando gli schemi di interazione esistenti tra le emissioni dei pini e le condizioni metereologiche.

close-link
close-link