Close filters

Tipo di contenuto

Loading...

Ricerca in corso

Post

MEETing e l’eccellenza della creatività digitale

400 persone, 12 istituzioni provenienti da 10 paesi europei insieme a Milano per discutere le tendenze della creatività digitale internazionale. Sono questi gli ingredienti di MEETing, primo incontro dei centri di cultura digitale che si è tenuto venerdì 5 aprile a Milano. Ideata e promossa da MEET, centro di cultura digitale di Meet the Media Guru con Fondazione Cariplo, l’iniziativa ha offerto una ricognizione del digitale come linguaggio di ricerca artistica attraverso storie e progetti in arrivo da Austria, Belgio, Francia, Germania, Lettonia, Paesi Bassi, Polonia, Spagna e Svizzera, a cui va aggiunta l’Italia padrona di casa.

Lo spazio

MEETing si è svolto negli spazi in trasformazione di MEET in piazza Oberdan che, dall’autunno, ospiteranno la sede del centro di cultura digitale di Milano. Guarda il video di #MEETinprogress. Hanno aperto i lavori l’Assessore alla Cultura di Milano Filippo Del Corno; il Direttore Politiche dei Media della Commissione Europea Giuseppe Abbamonte; Fabrizio Paschina, Responsabile direzione e comunicazione immagine Intesa Sanpaolo; il Presidente di Fondazione Cariplo Giuseppe Guzzetti; la Fondatrice e Presidente di MEET, Maria Grazia Mattei.

I centri

In una carrellata che ha attraversato molte latitudini e diverse longitudini d’Europa, a MEETing c’è stato modo di conoscere MuDA, il primo e unico Museo di Arte Digitale con sede a Zurigo, la cui programmazione è affidata ad un algoritmo capace di scandagliare la Rete per trovare gli artisti e le opere migliori senza cadere in pregiudizi o bias culturali di cui uno sguardo umano può essere vittima. Guarda la gallery di MEETing.

Al MEETing si sono ascoltati i progetti di ricerca sugli strumenti aumentati, l’acustica e la musica elettronica portati avanti da IRCAM | Centre Pompidou, le best practise di Public Art LabEtopia, specialisti di Media Facades ovvero media art applicata agli spazi pubblici delle città e si sono celebrati i 40 anni di Ars Electronica, istituzione decana della cultura digitale europea, nata a Linz nel 1979 come Festival e diventata un ecosistema economico chiave per tutto il territorio afferente alla città austriaca.

Non è mancato un approfondimento sulla formazione e disseminazione della creatività digitale che ha visto protagonisti Le Cube e RIXC, mentre Laznia e ZKM hanno raccontato le evoluzioni necessarie a trasformare un polo espositivo museale “classico” in uno spazio capace di condividere con i propri visitatori gli elementi simbolici ed espressivi dell’era digitale.

Infine Baltan e Gluon hanno tracciato il proprio identikit di laboratori trandisciplinari capaci di mettere in relazioni artisti, scienziati, ingegneri, filosofi e piccole medie imprese desiderose di abbracciare le opportunità offerte dall’interazione fra arte e tecnologia.

La sintesi

«Con MEETing abbiamo portato a Milano dodici realtà d’eccellenza della cultura digitale, mettendo il nostro paese al centro di un network importante che solo in Europa conta oltre 40 organizzazioni operative in questo settore. I centri che hanno partecipato all’incontro di oggi dimostrano come la creatività digitale produca impatto sociale ed economico. Chi fa innovazione a Milano e in Italia deve conoscere questo contesto e MEET è ben felice di costituirsi come interfaccia nel nostro paese. Da Nord a Sud, da Est a Ovest del nostro continente, i linguaggi creativi abilitati dal digitale accrescono la consapevolezza delle persone nell’impatto con le tecnologie a partire da una comunicazione emozionale, empatica, “calda” che non fa paura. La bellezza e l’espressività possono scaturire anche da un codice binario. Visto l’entusiasmo generato da questo primo MEETing, mi sento di dire che c’è spazio per una seconda edizione, ancora più ampia. MEET è e sempre più sarà la casa italiana della grande famiglia della creatività digitale internazionale» ha dichiarato Maria Grazia Mattei, Fondatrice e Presidente di MEET.

close-link
close-link