Close filters

Guru

Tipo di contenuto

Loading...

Ricerca in corso

Evento

MEET VR CORNER | RAI Cinema VR 360°

MEET e Rai Cinema hanno stretto una partnership per promuovere il Cinema VR italiano portando ogni mese la visione di un nuovo film prodotto da Rai Cinema. Le opere VR rappresentano una linea editoriale che unisce l’innovazione tecnologica alle tematiche sociali e all’identità culturale italiana. Questo programma è un’occasione per guardare a una nuova modalità di fruizione e per interessare un pubblico giovane con l’offerta di nuovi linguaggi e nuove forme di racconto cinematografico.

Le opere

Revenge Room di Gennaro Coppola, con Eleonora Gaggero, Luca Chikovani, Manuela Morabito e con Violante Placido con la partecipazione straordinaria di Alessio Boni. Un racconto multipiattaforma dalla forte valenza sociale che affronta una tematica di grande attualità: il porn revenge (versione lineare e VR 360°). Una produzione One More Pictures con Rai Cinema.

Happy Birthday di Lorenzo Giovenga, con Jenny De Nucci, Fortunato Cerlino e con la partecipazione straordinaria di Achille Lauro. Un progetto transmediale su un tema complesso come quello dell’isolamento sociale. Identificato con il termine giapponese “hikikomori”, sempre più diffuso tra i giovani e giovanissimi (versione lineare e VR 360°). Una produzione One More Pictures con Rai Cinema.

Lockdown 2020. L’Italia invisibile di Omar Rashid. Un docufilm che racconta, attraverso l’utilizzo della realtà virtuale e le voci di Matilde Gioli e Vinicio Marchioni, un viaggio unico nella bellezza e nella desolazione delle più importanti città d’arte italiane durante l’emergenza Covid-19. Una produzione Gold in collaborazione con Rai Cinema.

VR Free di Milad Tangshir. Un corto che analizza la natura degli spazi di reclusione, riprendendo frammenti di vita all’interno della prigione di Torino.

In trincea di Marco Amenta. Siamo nell’inverno del 1944 ed è in corso la lenta e difficile avanzata delle forze alleate nell’Italia centrale. In una notte illuminata solo dalla luna, un piccolo drappello di soldati italiani si è unito – dopo l’armistizio del 1943 – alle truppe anglo-americane.
In attesa di attaccare la linea tedesca, schierata nei pressi dell’Abbazia di Montecassino, i giovani soldati sono accompagnati dalla nostalgia di casa, dall’accusa di tradimento per non aver aderito alla Repubblica di Salò e dal terrore dei cecchini tedeschi.

Om Devi: Sheroes Revolution di Claudio Casale. Un viaggio nell’India di oggi, attraverso lo sguardo di tre donne che in modi diversi vivono sulla propria pelle le rivendicazioni dei diritti di genere. Anjali, Shabnam e Devya Arya portano avanti le loro battaglie quotidiane, coniugando l’idealismo sociale alla spiritualità in cui sono cresciute, in una sintesi armonica tra attivismo e tradizione.  Lo spirito della Devi, la dea simbolo dell’energia femminile tanto celebrata nella cultura indiana, si intrufola simbolicamente nelle loro storie, le accompagna nel percorso di emancipazione e scoperta di sé e come un filo invisibile le avvicina, in un Paese di sterminata grandezza.

La Stanza di Giuseppe Alessio Nuzzo. È il giorno di Natale. Andrea sta chattando, solo la luce bianca dello schermo del computer illumina la stanza buia. Ad un tratto i suoi genitori entrano sconvolti nella camera insieme ad un poliziotto: una foto nuda di Andrea è stata pubblicata su internet. Andrea cambia casa, scuola, amici per scappare all’inferno che quella foto gli ha procurato, ma inutilmente: l’artefice di tutto riesce a trovarla nuovamente. Andrea non regge più la pressione, accende la webcam e registra un video per raccontare la sua tragica storia, l’ultimo prima di suicidarsi. Ma la vita regala, però, un’altra opportunità.

Mare Nostrum – The nightmare di Stefania Casini. Un film di finzione girato in realtà virtuale a 360° che racconta il viaggio di Atambo, un giovane ragazzo tuareg che lascia la casa in un doloroso addio con la madre per tentare la disperata avventura di raggiungere l’Europa.

Michael’s Mask di Guido Geminiani. L’utente è nei panni di un attore che lavora sul set di un film di realtà virtuale a Venezia. Egli è in crisi con la sua identità, così il suo actor Coach Michael Margotta viene chiamato sul set per aiutarlo. Michael inizia a lavorare con l’attore attraverso tecniche molto sofisticate. La percezione attuale dell’attore inizia ad essere confusa e mescolata con diverse realtà.

Vulcano di Omar Rashid. Un film in VR che mostra l’eruzione del vulcano islandese sul monte Fagradalsfjall, dopo 800 anni di inattività. Questo viaggio immersivo a 360°, tra paesaggi sconfinati e fiumi di lava incandescente, ricostruisce l’evento dell’eruzione vulcanica in tutta la sua spettacolarità. La realtà virtuale trasporta lo spettatore in un luogo inesplorabile, fino a condurlo ai piedi del vulcano. Le immagini del vulcano, risvegliato da un sonno lungo 8 secoli, rispolverano il legame ancestrale uomo-terra e scatenano nello spettatore un istinto primordiale dimenticato da tempo.

H.O.M. di Girolamo da Schio. Vivere una storia d’amore in una struttura psichiatrica di inizio ’900 grazie alla VR. H.O.M. è un cortometraggio di Girolamo da Schio che consente allo spettatore di entrare in una clinica psichiatrica del passato, esplorando le proprie emozioni e alla scoperta della storia d’amore tra Edmondo e Teresa. Il corto è parte di un progetto crossmediale che parla di salute mentale, co-prodotto da 8 Production e TockTock con il supporto di Compagnia di San Paolo.

 

Informazioni per il pubblico

– Vi invitiamo a portare con voi degli auricolari con jack 3.5mm (no cuffie wireless)

– l’esperienza è compresa nel biglietto di accesso al MEET (dal venerdì alla domenica fino al 17 luglio)

 

Nel rispetto delle disposizioni governative, dal per accedere a MEET tutti i visitatori di età superiore ai 12 anni dovranno presentare una delle seguenti certificazioni: Green Pass Rafforzato e mascherina FFP2. Alla Reception si effettuerà il controllo di conformità.

close-link
close-link